A.B.A. Ionico Etnea ONLUS


Lettera ad un pediatra



 scarica il documento delle linee guida sull'autismo per i pediatri

 pdf logo



 Lettera ad un pediatra sui test per riconoscere l'autismo

 Gentile Pediatra


 Con preghiera, nell'interesse di tanti bambini, di divulgarlo ad altri suoi
 Colleghi



 Oggetto : Diagnosi Precoce per l'Autismo.

 Gentile Pediatra,

 certi di una Sua cortese attenzione, Le scriviamo quali componenti di un
 Gruppo di Studio di Genitori di Bambini e Ragazzi " Autistici ": persone
 soggette quindi ad una patologia estremamente complessa e tuttora
 incurabile qual è l'Autismo, e con questa nostra lettera vogliamo aiutare i
 futuri bambini che ne saranno affetti e che potrebbero un giorno essere tra
 i Suoi Assistiti.

 L' Autismo non è una malattia, ma è un disturbo dello sviluppo della
 funzione cerebrale, caratterizzato, nel suo aspetto tipico, da tre tipi di
 sintomi:    

 (a) interazione sociale alterata;  
 (b)
problemi nella comunicazione verbale e non verbale e di
 immaginazione

 (c) attività e interessi insoliti o estremamente limitati.

 Questo disturbo della funzione cerebrale impedisce di comprendere ed
 organizzare le informazioni percepite dai sensi, il soggetto autistico
 reagisce a queste aggressioni esterne con isolamento e stereotipie ed
 anche nei casi più gravi con auto o etero aggressività.

 Quando si parla di Autismo , comunemente si pensa al Film " Rain Man "
 con Dustin Hoffman: purtroppo, gli Autistici alla "Hoffman" ( e cioè in grado
 di parlare), non sono la maggioranza, ed in genere sono Diagnosticati
 come "Asperger" , e sono il Border-Line dell'Autismo

 La gran parte degli Autistici non parla ed il 20 % di essi si esprime con
 ecolalia o con linguaggio improprio.


 Non si tratta tra l'altro di una malattia così rara come si potrebbe pensare;
 da una recente statistica mondiale, si è visto che l'Autismo ha un'incidenza
 di 1 caso grave su circa 1.000 persone, e si arriva a 1 caso su 125 per
 forme correlate: ormai è stato accertato ad esempio che anche molti
 Bambini Down hanno tratti Autistici, ma il vero problema dell'Autismo in
 Italia, è stato aver continuato a seguire fino a pochi anni fa una
 drammaticamente errata teoria formulata ben 50 Anni fa da un allora
 insigne Neuropsichiatra di nome Bettelheim, che riversava tutta la colpa
 sulle famiglie ed in particolare su quelle che chiamò " Madri Frigorifero"
 riuscendo in due grandi obiettivi , distruggere la vita sociale di migliaia di
 genitori e lasciare l'Autismo in mano esclusivamente agli Psicologi nel
 senso stretto del termine; per nostra fortuna il progresso e la Medicina non
 si fermano e così con terribile ritardo si è scoperto che le cause scatenanti
 dell'Autismo sono di origine Organica e non psicologica e quindi adesso vi
 è tutto un fiorire di ricerca ; Studi sulla Genetica, Immunologici, Virali,
 Metabolici, Tossicologici , …, si parla di anomalia del Cromosoma 16 e
 forse del Cromosoma 7 in molti Autistici ; ma la difficoltà al momento sta
 nella complessità della malattia che potrebbe avere anche più concause,
 (di cui almeno una determinante, come nel caso del c.d. Autismo Indotto da
 Vaccini, recentemente riconosciuto anche da commissioni medico-
 scientifiche ed oggetto di nuovi precedenti giurisprudenziali…)

 Comunque la ricerca non demorde

 I SINTOMI dell'Autismo di solito si manifestano entro i primi tre anni di età .

 

 Vi sono due principali sottogruppi:  A ) bambini che risultano Autistici fin dalla nascita  (Autismo congenito)  B)  bambini ( con termine coniato negli Stati Uniti come "Autismo
 Regressivo
" , ovvero di Autismo Indotto), che hanno una fase di sviluppo
 (
apparentemente) da normodotato e che verso l'anno e mezzo / due anni ,
 iniziano a perdere le capacità acquisite, ad esempio smettere di parlare,
 fino ad assumere i classici segni comuni all'Autismo che elencheremo
 nella prossima pagina.

 Il grande compito di un Pediatra sta proprio qui, ossia nel verificare i
 problemi già esistenti nella primissima infanzia, e soprattutto
 nell'accorgersi che nel Bambino è sopraggiunta questa fase
 "regressiva"/”indotta”, identificandola come un reale e grave problema
 degenerativo e non scambiandola per una piccola regressione
 comportamentale destinata a svanire velocemente.


 Negli Stati Uniti, i Pediatri sono all'avanguardia nella identificazione
 dell'Autismo in quanto sono sempre aggiornati dalle loro Associazioni, in
 Italia invece, di Autismo si parla troppo poco sulle Riviste Mediche e quindi
 spetta a Noi Genitori colmare questa lacuna.












ABA Ionico Etnea ONLUS